si poteva respirare nel pensiero,affermò perentorio: fino all'ultimo respiro, perchè un ultimo respiro c'era sempre, anche nel pensiero

domenica 26 febbraio 2012

sopravvivere

è quello che sto facendo: mi sto trascinando dietro la mia vita come se fosse un sacco di stracci senza badarci minimamente, e sono pure gli anni migliori!
non mi chiamano, dannazione perchè?! io non resisto più!
non voglio più fare soffrire la mia famiglia, non voglio più essere depressa e ogni giorno che passa perdere un pochino di speranza in più, non voglio continuare a scendere, a rinunciare e a stare male.
voglio il ricover, voglio la vita!
sto male, malissimo. aiuto!!

6 commenti:

  1. E allora mangia.
    Se vuoi vivere, mangia.
    È solo quello il punto.
    Per quanto possa ripugnarti l'idea, il cibo è la chiave tanto della salvezza quanto della distruzione.
    Devi solo non pensarci, spacca la bilancia e gli specchi.
    Tu non sei quel numero.
    Tu sei vita.
    Tu sei tu.
    elle

    RispondiElimina
  2. come detto e ribadito, credo siano dei cretini.
    e dal momento che questo è assodato, non puoi affidare la tua vita in mano a dei cretini.
    Ti chiameranno, forse domani o forse tra una settimana.
    Ma nel frattempo?
    nel frattempo rimanere così passivi , inermi, sconsolati non è la via. Perchè credo tu sappia che per un ricovero di successo la componente che più conta al di là di tutte le terapie è LA TUA VOGLIA DI VIVERE. Inizia da ORA a voler vivere, a voler cambiare. L'hai detto, sei negli anni migliori della vita, sei un assitoto rivolto verso l'alto e hai milioni di potenzialità. Devolvile in energia reale, da ora. NOn sto dicendo "mangia" perchè SO COSA STAI PROVANDO, LO SO SULLA MIA PELLE. Sto dicendo "mangia con la testa", sto dicendo "cambia punto di vista".
    un bacio <3

    RispondiElimina
  3. TI capisco anche in questo sai... é brutto vedersi sopravvivere ... quando si ha dentro la voglia di spaccare il mondo e vivere al massimo. Non so cosa manca. Tu comincia a farlo. Comincia a vivere, anche se ora forze per farlo ne hai poche e ne sono consapevole. Se non inizi, non arriverai mai a farlo... resterà un pensiero che ti rende triste e insoddisfatta. Tu inizia, inizia e pense che tra poco sarai ain ospedale... con le cure che meriti e con tante altre ragazze con le quali confrontarti. Non ti abbandonare!

    RispondiElimina
  4. Probabilmente hai ragione tu, però con i 45kg o meglio con i 34kg sarebbe evidente che non sono senza problemi,
    sarebbe evidente che sono la più forte,
    sarebbe evidente che faccio ciò che fanno gli altri
    privandomi senza problemi del cibo.
    Penso che ormai vada tutto oltre all'aspetto fisico,
    allo spazio tra le gambe, alle braccia e le cosce magre..

    Ho detto dei miei problemi solo a quello che prima era il mio uomo. Non ho intenzione di dirlo a nessuno.
    Spero che le cose per te possano migliorare.

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  6. spero tanto che ti chiamino se è quello che più desideri! Comunque non lasciarti andare. In qualche modo cerca di reagire.. un altro pochino e vedrai..ti chiameranno!
    comunque vorrei dirti che cinque minuti fa ho sfogliato un pochino di più questo blog.. e ho letto i primi post scritti da te nel duemilaundici. Devo dire che per un secondo mi è venuta la pelle d'oca.. cinquanta kg, la voglia di "dimagrire" ma non troppo, solo per sentirti bella. e ora, il peso di una farfalla, quasi venti kg in meno e il ricovero alle porte..... Ti sono vicina anche se non ci conosciamo!
    baci

    RispondiElimina