si poteva respirare nel pensiero,affermò perentorio: fino all'ultimo respiro, perchè un ultimo respiro c'era sempre, anche nel pensiero

sabato 30 luglio 2011

mi sento una vacca ma sono felice di risentirvii!! mi siete mancate :(

RAGAZZE!! pensavo che questo mio "ritorno di fiamma" meritasse le lettere maiuscole :D mi siete mancate un casino, ho finalmente trovato un cretino che lascia la connessione aperta e adesso non vi mollo più XD o forse si farà furbo, chi puo dirlo?
comunque, aggiornamento veloce: i am a cow, nel senso che mi sento una mucca perchè mangio un casino di pane... non ci voglio neanche pensare, ma se mi da fastidio perchè lo mangio?? misteri della fede...
per adesso non ho ancora uno stabilimento balneare fisso, sarei voluto andare in uno nuovo ma ho scoperto che lì c'è una donna odiosa che mi becco ogni volta che vado in liguria e che avrebbe dovuto essere la mia prof delle medie, non so perche ma non la posso soffrire...comunque avrei fatto il sacrificio, visto che li sembrava esserci popolazione giovane :(
invece nei soliti bagni ci sono allegri ottantenni con rispettivi cateteri da bagno e bambini dai 3 mesi agli 11-12 anni...beeello... e in piu mia madre stamattina ha deciso di dare una bella sferzata alla mia autostima, facendomi notare che anche se ci fossero i diciassettenni non mi si cagherebbero di striscio...la mamma è sempre la mamma no?
comunque.. parlando d'altro: mia zia a casa sua ha una bilancia, che è prorpio nella camera che divido con i miei, quindi io ero tutta fiduciosa di poter controllare come andava il mio peso in questi giorni di focaccia ligure a colazione e pasta al pesto alla sera, e invece? prima pesata: 47, va bè, è plausibile. senconda pesata 3 secondi dopo "per sicurezza": 46 e mezzo. poi, noto che quando scendo dalla bilancia e l'ago ritorna sullo 0 a volte segna un chilo, a volte mezzo chilo in piu. morale della favola: non so quanto diavolo peso -.-
e ho paura che sarà un trauma scoprirlo una volta tornata a casa, ma questo avverrà tra due luuuuunghe settimane, quindi mi devo rilassare, giusto?! (comeno -.-)

sto pensando alle vacanze di pasqua che ho trascorso sempre qui: non potevo connettermi ne scrivere sul blog, pesavo 48 kg (che ora per me equivalgono all'obesità o giu du li) e pensavo che sarei dovuta tornare con un chilo di meno da queste vacanze, ma le ho ridotte a una colossale abbuffata perchè era un periodo in cui staccavo dal blog, dal mondo pro-ana e dal calcolo delle calorie e dal controllo della mia alimentazione o del peso in generale. ora penso che mi faccia bene scrivere, in modo da realizzare che io sono sempre la stessa persona che qualche mese fa scriveva di essere arrivata ai 43,5 e sperava di pesare almeno 44 anche il giorno dopo, quella ragazza che era sempre sul punto di scoppiare a piangere, che si immergeva dentro i vostri blog fino alle orecchie e anche oltre, che piangeva in bagno, ci andava solo per pesarsi e faceva 200 addominali al giorno nonostante non avesse piu le forze neanche per ragionare e fare i compiti, che cercava disperatamente un apporto di zuccheri in una coca light...ero io anche quella, e sono sempre io. ho sofferto ma ciò non vuol dire che io abbia smesso di farlo, solo che i pensieri girano in un modo diverso, ho altre cose a cui pensare, ovvero non devo preoccuparmi di dimagrire ma di iniziare a guarire, di iniziare a crederci per davvero, di smetterla di abbuffarsi e di imparare ad assumermi le respponsabilità di ciò che mangio, anche a costo di avere di nuovo paura di mangiare anche solo la carne: io ricomincerò e dovesse volerci anche un anno arriverò a mangiare normalmente ma essendone convinta. perchè come dico io "abbuffarsi da anoressica" (ovvero con la mente persa nel conteggio delle calorie di cio che stai mangiando, pensando che le stai disubbidendo o che domani sarà tutto migliore e avrai un ferreo controllo) non serve a niente.
ed è quello che sto facendo io.
ma mangerò sempre da anoressica? beh, leggendo i vostri commenti ora so come rispondere:
1- no, perchè se sarò guarita mangerò senza considerarlo un'abbuffata ma un nutrimento, quindi non mangerò in funzione del mio peso
2- penserò sempre a cosa sto mangiando, i fantasmi dei miei vecchi pensieri si faranno vedere di continuo e forse non spariranno MAI del tutto (mai dire mai) però penso che l'anoressia una volta che si è guariti sia come una cicatrice, un qualcosa che ti porti addosso, un resto della tua vita passata, un ricordo del tempo che hai trascorso, che potrai avere solo tu, non è comune a tutti, fa parte della tua vita e delle tue esperienze personali, come il significato personale che può avere un tatuaggio, un luogo, un odore, una canzone ecc ecc, è una cosa che ti porti dentro e che non condividi con nessuno, ma non è li per farti del male, è li solo perchè c'è, perchè non potrebbe essere altrimenti, visto che non puo sparire per sempre e del tutto.

wow, vorrei poter avere la certezza di riuscire a scrivere tutti i giorni... questo mi manca
oggi cercherò di fare di questo post un punto di forza e di riuscire perciò a non toccare pane a cena. se ce la farò sarà qualcosa che mi spingerà a farlo anche domani, e così magari non penserò di essermi abbuffata ogni volta che mangio, potrebbe aiutarmi non considerarmi sempre una mucca, voi che dite? :)

adesso ho ancora un sacco di compiti da finire, uno, anzi due lunghi temi da fare e non s come cominciare, ma mi siete mancate talmente tanto che vorrei stare qui per altro tempo, ma non voglio rompervi i maroni.... XD

spero che ovunque siate e qualunque cosa stiate facendo vi stiate godendo almeno un po' queste vacanze.
spero di riuscirci anche io (se trovassi qualcuno della mia eta sarebbe anche meglio, che qualche dio me la mandi buona!)

vi abbraccio ma non vi soffoco perchè vi voglio bene!!

huugs!!

giovedì 28 luglio 2011

una volta che sei riuscito a prescindere da qualcosa che credevi essenziale t'accorgi che puoi fare a meno anche di qualcos'altro, poi ancora di molte altre cose -I. Calvino "se una notte d'inverno un viaggiatore"-

non so se sto veramente andando avanti, continuando a mangiare troppo e a pensare che il giorno dopo ricomincerò ad introdurre normalmente, ben sapendo che non sarà così,  continuando a non sentirmi in colpa nel momento in cui ordino un gelato ma sentirmi in colpa per ore non appena lo finisco mi sembra di starmi prendendo in giro da sola. la verità? è che non so come fare a guarire, ci sono momenti in cui non mi sento malata, ma so di esserlo e la conferma mi arriva quando appena penso a mangiare di più o a fare meno attività fisica mi si stringe lo stomaco, quando penso di sentirmi pura se ho lo stomaco che gorgoglia, quando penso che in questo momento potrei benissimo rimettermi a dieta e nessuno se lo aspetterebbe. 
ma io non sto mangiando per fare un piacere agli altri, forse inizialmente avrei voluto mollare ma non l'ho fatto solo perchè avevo visto mia madre piangere, ma  mi dava un fastidio enorme quando mangiavo solo per non fare arrabbiare i miei, e infatti avevo ricominciato. 
voglio essere forte e vedere se riesco ad uscirne, ma a dire la verità non so se ci sia un modo per farlo, non so da dove cominciare. 
non so neanche se ci sia una risposta a queste mie domande.
in questo momento non mi sembra possibile che una persona qualsiasi malata di anoressia possa arrivare a guarire e a pensare che quello che le dice la malattia non sono cose vere. in questo momento non riesco a credere che ci sia qualcuno che è stato malato che non pensa neanche ad un secondo a quello che è stato, che non si ferma mai davanti ad un dolce che prima di ammalarsi mangiava normalmente. 

tutta la mia malattia è stata un continuo effetto yo-yo: c'erano periodi in cui volevo perdere peso in vista di una festa o di una vacanza, dopodichè mi abbuffavo finchè non mi vedevo troppo grassa o la malattia non tornava da me, ma io penso che comunque ci fosse sempre, anche quando mi abbuffavo. e adesso, a rigor di logica, io mi sono diciamo abbuffata in campeggio, e quindi dovrei essere a dieta per perdere chili in vista del mare..... e infatti mi sto tenendo di più col cibo, è come se me ne importasse di nuovo. forse non ho realizzato che questa non è una semplice fase dopo la quale la malattia potrà tornare, forse devo realizzare che la mia vita andrà avanti così per sempre, che dovrò ricominciare a mangiare e che non devo pensare che tanto lei ritornerà. ma no ci credo neanche io, mi sembra impossibile che lei non si rifarà viva.
già mi aspettavo una batosta fenomenale dopo l'addio, ma non sta arrivando e questo mi sta causando non poca incertezza, visto che mi sto facendo le solite domande:
- ma ero malata si o no? perchè non arriva allora?-
- forse sono ancora malata e non me ne rendo conto?-
dovrei considerarmi una malata di mente? dovrei pensare di essere pazza, di non poter essere come tutti gli altri e capire quello che capiscono loro o vivere come fanno loro? 
non so neanche a cosa pensare, è come se lei facesse confusione apposta nella mia testa.
ed è per questo che ora vi chiedo: se voi decideste di guarire, cosa fareste? perchè se devo chiedere aiuto a qualcuno, allora non potrei chiederlo a persone più adatte.
e ora scusate, ma devo andare a fare la valigia, perchè domani mattina parto, e non so se riuscirò a scrivere là...mi porterò il portatile e spero di beccare una rete.....
non so come affrontare questa settimana al mare, posso partire con le migliori intenzioni e sgarrare o posso partire decisa e basta.
oddio, spero davvero di sentirvi!!!
ora devo andare, grazie di aver commentato, di nuovo, di tutto.
e volevo dire ad Elle: il tuo commento dell'altra volta mi ha tolto forse in parte o del tutto una delle mie principali preoccupazioni, ovvero: non volevo guarire perchè pensavo che non fosse abbastanza. e ora ho capito perchè lo facevo.
 





mercoledì 27 luglio 2011

- vi voglio bene-

lo so, lo so che è normale non postare per qualche giorno, lo facciamo tutte, ma voglio chiedervi scusa se ieri non ho postato perchè non l'ho fatto per dei motivi che non dovrebbero impedirmi di parlare con voi: adesso non posso più fare niente per negarlo anche con me stessa, ho visto quello che dovevo vedere e ho sentito quello che sapevo sarebbe arrivato prima o poi: la malattia mi sta richiamando indietro. ma forse non ci crede che non cederò. in questi giorni ho imparato che non devo mollare e fare anche le cose che mi sembrano "troppo", e penso che questo mi aiuterà ad andare parecchio avanti.
adesso ho controllato il mio ultimo post, uno dei post più confusionali che io abbia mai scritto, o forse anche il più contorto, pensavo che nessuno avrebbe potuto capirlo. ma invece mi sbagliavo, di grosso, perchè tre magnifiche ragazze hanno commentato, e sono state davvero dolcissime. mi hanno dimostrato di essere delle persone speciali, che sanno volere bene anche ad una ragazza che non hanno mai visto, ma di cui si sono limitate a leggere i deliri. hanno capito tutto quello che nascondevo dentro i miei pensieri più profondi e mi hanno detto cose che non pensavo mi sarei mai sentita dire. e ora non riesco a capacitarmi del fatto che la malattia abbia potuto fare del male a persone come loro, che sono le ultime che meritano qualcosa del genere.  grazie Elle, Sil e Claudia. grazie davvero di esserci state e di aver commentato (sarà anche una csoa banale da dire) ma adesso pensando ai vostri commenti mi sento più felice. sento di tenere a voi, e questo mi fa bene, perchè mi stavo aggirando in una sorta di apatia-confusione totale e adesso mi sto chiedendo da quanto non riuscissi a pensare di volere bene a qualcuno.
scriverò sempre, anche quando penserò di non avere abbastanza forza o voglia di raccontare che lei mi sta sfiancando, perchè è come se fossi tornata al punto di partenza: se io non avessi deciso di uscirne a quest'ora io starei cercando di perdere peso in vista del mare, ma ora io sto cercando di fare l'esatto contrario, e a lei non va giù, quindi mi fa pensare che non dovrei mangiare così tanto, e fa un largo uso dei sensi di colpa per farmi stare peggio. però io so che non scrivendo e non sfogandomi con voi, che alla fine siete le uniche che sanno davvero leggere quello che vi dico, la situazione non migliorerà ma anzi andrà sempre peggio. quindi fino a che non partirò per la liguria (il 29) scriverò sempre, e continuerò a stare con voi e a cercare di darvi quello che mi avete regalato oggi ma anche in altre occasioni, anche se non so se sarò in grado. 
grazie, davvero di tutto.

domenica 24 luglio 2011

mi sono abbuffata. 
e basta.  

non ho giustificazioni da fare, mi faccio ridere da sola perchè a volte penso che ho avuto la presunzione di iniziare a postare parlando della mia rinascita. ma sapete perchè mi fa ridere? perchè io a volte non penso di essere mai stata malata. o forse lo sono stata per troppo poco tempo.
mesi, forse due?
in confronto a quello che avete passato voi non è nulla.
a volte mi sembra di non avere niente da dire, di parlare soltanto per il gusto di farlo, o meglio di scrivere solo perchè mi ricordo di avere un blog.
e allora chiudo, perchè è meglio lasciare un post più corto invece che un ammasso di frasi sconnesse e pensieri che non hanno un senso neanche per me.
mi devo calmare, mi devo fermare a pensare, a ragionare. ho bisogno di sentirmi lucida, pulita.
e abbuffarmi è l'esatto opposto.
mi terrò, farò un piano alimentare da rispettare, ma non ora e non qui, perchè sto gia iniziando a degenerare
scusate per il post di oggi, faceva un po' pena:)

è che appena mi trovo davanti alla tastiera di colpo non so piu cosa scrivere, cosa dirvi. mi sento molto confusa, mi sembra di avere la testa vuota e di non sapervi dire nulla di interessante.
vi è mai capitato di sentirvi come se foste in mezzo ad una tromba d'aria, che volete fermare i vostri pensieri ma il vostro cervello in quel momento non ne vuole sapere?


se sono pazza, avvisatemi.


tempo fa volevo sentirmi vuota, perchè le emozioni mi stavano sopraffando, ora non so piu neanche cosa dire. so di non essere completamente a posto parlando di alimentazione, non è normale avere paura di aggiungere qualcosa alla dieta che ci si è programmati nella propria testa. non è normale voler essere sottopeso, non è normale, è da anoressici, o come ama dire mia madre "un segno di questa brutta malattia".  ma se mia sorella chiede di nuovo perchè non mangio, se mio padre e mia madre mi accusano di voler ricominciare a ridurre quando io sto solo cercando di impegnarmi, o almeno voglio disperatamente avere il coraggio per provarci, ecco: questo mi fa sentire male, e mi fa incazzare. 


non sto riducendo. non sono pazza, mi rendo conto di cio che faccio, ho una dignita da difendere: non sto riducendo, assolutamente.

sabato 23 luglio 2011

GOT MY PIERCING!!

ok ok ok ok ok lara adesso calmati, calmatiii!!!
sono felice, perchè ho appena spuntato un altro obiettivo dalla mia lista:
fare il tragus prima di settembre= V
e anche il piercing è andato! sono felicissima di aver convinto i miei:)
ho continuato a ringraziare mia madre per tutto il tragitto, lei era comunque sconvolta.....mi spiace....
comunque a fine post metto una foto (chebellochebellochebello)

ok, adesso torniamo serie :D. riguardo al commento di dony... innanzitutto ho mangiato l'insalata di riso ieri sera, oggi sono riuscita a prendere un gelato limone e lampone, che non ho etichettato come abbuffata fuori controllo, e poi però sono anche riuscita ad abbuffarmi ( e questo è male-.-) perchè ho preso una cioccolata da Busters coffee. però stasera mi voglio tenere leggera: insalata con pomodorini e uovo strappazzato, e basta.
si, perchè ora nell'insalata ci metto l'uovo, e non solo mezzo cucchiaio di mais, e non impazzisco piu se ci aggiungo le proteine. poco fa ci ho messo anche il wurlstel, ma non so quando me la sentirò di rimettercelo.

comunque oggi a pranzo tanto ho mangiato un hamburger di pollo senza salse con insalata e pomodoro (sconditi) e il gelato.
la cosa positiva è che non mi da fastidio prendere il gelato alla frutta.e quindi sembra che stiano arrivando i progressi, giusto? non lo so!! perchè i problemi col peso ci sono: voglio mantenere a tutti i costi il 46, e questo mi da fastidio perchè so che è un desiderio dettato dalla malattia, in più se io penso di avere un bel fisico (cosa che a volte riesco anche a pensare) voglio mantenerlo con ancora più impegno, quindi se mangio troppo mi sento subito in colpa, come se fossi a dieta. e in un certo senso sono a dieta: riesco a concepire di mangiare solo cose leggere, e rischio di dover ricominciare a differenziare i pasti da quelli della mia famiglia, ma non vorrei doverlo fare neanche una volta.

vi scrivo quello che mangerò nelle prossime 24 ore:

cena: insalata + pomodorini + uovo strappazzato + pesca
colazione: yogurt magro + pera
pranzo: pasta integrale all'olio + pesca
cena: prosciutto e melone + pesca (forse anche un po' di insalata)



il mio tesoro...<3

venerdì 22 luglio 2011

fanculo a me!! .....?

mi stanno travolgendo, queste lacrime.
E sono tutte le emozioni, tutte quelle che sto soffocando sentendomi forte, da quando ho deciso di "guarire".
E ragazze si ricomincia! Si, perchè io 
ho mangiato un kinder cereali 
133kcal 
e non so quanti cazzo di schifosi e viscidissimi grassi di cui non avevo bisogno per sopravvivere.
Si sta dibattendo dentro di me, sfonda le pareti del mio stomaco, vuole uscire. Non sono mai stata bulimica, e poi ci sono i miei, e poi dovrei guarire, perciò.....me lo tengo, che è meglio, quasi.


Non mangerò più un gelato che non sia fiordifragola oppure fragola e limone.
Voglio vomitare
non voglio mangiare l'insalata di riso!!! il riso...non voglio, o devo?
Voglio insalata.
Solo perchè non mi lasciano fare il piercing? No, non è per quello, è per il modo in cui mi rispondono, sembra che non mi capiscano.
Ma sono io che non spiego le cose, sono io che li sforzo troppo, è solo che adesso non ho fame e mi sembra di essere grassa, anche se ho perso mezzo chilo. Non va bene, devi impegnarti di piu!
La voce della ragione
ne avrò ancora una?
Non mollerò, non sono così fragile, ma vorrei esserlo.



ok, adesso che ho letto i vostri commenti di congratulazioni per il gelato mi calmo, la smetto di scrivere cazzate e lamentarmi. magari ora ripasso a leggerli va.....
comunque lo sfogo lo lascio, erano le mie sensazioni pochi attimi fa
non mi devo lasciare buttare giù dalla malattia, sto capendo sempre di più quanto possa essere bastarda, ma io, come ho detto, non mollerò di un centimetro, ecco!! cazzo!
e intendo continuare a non mollare, anche se lei è veramente CATTIVA
quindi, se oggi ho mangiato , non vuol dire...perchè peso meno di 46. 
e non va bene... e lo so anche io
non devo arrendermi non devo arrendermi non devo arrendermi
ragazze, volete fare questo viaggio con me? 
 ....ONE FOR THE RAZORBACKS....
Juliet sta provando a capire ciò che vuole
ma non è sicura
L'esperienza l'ha buttata giù
Guarda in questa direzione, lo so non è la perfezione, sono solo io
Ti voglio far stare bene ora
Sto perdendo tutta la mia dignità
un piccolo prezzo se ti rende felice
Dimentica tutte le delusioni che hai incontrato
Apri il tuo mondo preoccupato e lasciami entrare
Juliet sta piangendo perchè ha capito che l'amore può essere pieno di dolore e sfiducia
Lo so di essere pazzo e un po' pigro
Ma proverò a farti stare bene ora

http://www.youtube.com/watch?v=UG-QdIrgh9Q&feature=related

giovedì 21 luglio 2011

preso!!

ciao ragazze, scusate se scrivo ancora di oggi (me rompipalle) ma volevo solo dirvi che ho preso il gelato, e si, forse me ne sono un po' pentita, ma non importa un granchè... tanto la prossima volta seguirò il consiglio di dony e prenderò il fiordifragola, così sarò tranquilla e non lo etichetterò come -abbuffata- ma come -pasto da me deciso- XD
comunque volevo anche raccontarvi di un altra epic-win:
ero da Zara (dopo aver finito il gelato) e mi stavo provando dei pantaloni molto attillati, lì li chiamano jeggins, e in pratica sono dei leggins ma fatti di jeans, o dei jeans molto elastici, non so spiegare bene. fatto sta che io ho preso la taglia 38 tutta tranquilla e sono andata a provarla. erano attillati e quindi non sono riuscita a metterli subito : *panico* passato l'attimo di panico ero abbastanza soddisfatta perchè mi sembrava di avere delle gambe accettabili anche se peso 46, quindi tutta contenta sono uscita dal camerino per farmi vedere da mia madre....
-non ti donano...che taglia è?-
*panicopanicopanicooo*
"come non mi donano? sono troppo grassa, lo sapevo! forse se perdo un chilo...massì! tanto non me ne frega piu niente di guarire...forse il dottore mi lascerebbe perdere un chilo, e che sara mai!"
-mi sono rannicchiata a terra nel camerino e cercavo di non piangere-
poi ho avuto una sorta di "dialogo mentale" con la malattia, che continuo a diciamo "sentire". per cui la mia testa mi diceva che avevo perso, che lei aveva vinto, che era stata troppo dura eccetera....poi ho pensato
"che cazzo dico? adesso mi vesto, esco fuori e chiedo a mia madre cosa voleva dire, la devo affrontare!"
le ho chiesto perchè non mi donavano
-è che ti fanno le gambe troppo magre, io non ti posso vedere cosi magra!-
*mega sospiro di sollievo*

lo sapevo, che non ero troppo grassa, beccati questo malattia del cavolo!!
mi sono sentita sollevata, tutto qui :)
volevo solo raccontarlo, anche se è una stupidaggine.....









                                               Quando ero più piccolo pensavo che il mondo                                                    
Girasse intorno a me
Ma col tempo ho capito che sbagliavo
La mia immortalità si è trasformata in sogni di
un futuro morto
era la tragica situazione della mia vita
pensi di essere indistruttibile
e che nessuno ti possa ferire?
beh, io penso che tu sia eliminabile
ed è tempo che tu conosca la verità
perché è solo una delle mie bugie
Perché la mia vita deve essere così limitata?
quando si muore per sempre
e l'eternità, ha una vita propria?
Non darmi una risposta
Perché tu sai solo quanto so io
A meno che tu non ci sia stato
Bene, penso sia molto difficile
Avevo l’abitudine di pregare tutte le sere
Prima di addormentarmi
Mia mamma diceva che era giusto
Sua madre diceva lo stesso…
Perché?




lo prendo(?)

ciao belle! com è?
visto che ho inspiegabilmente voglia di postare il diario alimentare (ma che mi passa in testa? mi chiedo..) lo faccio come prima cosa:

col: yogurt vitasnella (64 cal) + un biscottino
pra: panino di pane integrale con prosciutto cotto, scamorza affumicata e spinaci + pezzetti di ananas

e adesso è arrivato il momento del...gelato! essì, perchè stamattina ho deciso che, visto che è già giovedì, andrebbe bene come "giorno del gelato settimanale", visto che è abbastanza a metà nella settimana. però adesso scopro che domani esco con una mia amica, e ho paura che quindi dovrò prenderlo anche domani, ma ragionando mi è venuto da pensare che:

1- la mia amica è a dieta
2- posso prendere qualcosa di leggero, se proprio non me la sento, giusto per non sforzare :)

ma poi, scusate, ma mica sono a dieta io! cioè, in teoria non dovrei esserlo, ma è come se lo fossi, visto che la mia testa si ostina a pesare 46kg, e a volerli mantenere e addirittura scendere. ma io non voglio scendere, ed è per questo che, con grande fatica, oggi prenderò una bella bomba calorica che mi assicurerà il 46 anche per domani (machebello! -.-).
ed è per questo che sto scrivendo a quest'ora, prima di uscire: vi prego, datemi forza :( mi basta anche un incoraggiamento alla Star Wars (la forza sia con te luke - o roba simile-)ma davvero, sono abbastanza terrorizzata da un povero gelatino che non ha fatto nulla di male....quanto mi sento pazza ora? TANTO!
riflettendo: 


però non posso tornare a casa senza gelato, che cosa penserei di me? me lo rimprovererei, penserei di essere debole, esagerata ecc. ecc. se lo prendo sarò contenta e fiera di me? ma io DEVO prenderlo, veroo?? :(
ma perchè ho paura di un gelato?! :,(


ok adesso la pianto di annoiarvi con questa questione del gelato che è meglio, però mi fa sentire male, cavolo!
lo prendo
lo prendo
lo prendo
lo prendo 
lo prendo lo prendo lo prendo lo prendooo!!!

mi sa che sono veramente pazza...





















la foto della bananasplit che ho mangiato in campeggio...
dopo sono stata malissimo, ma solo perchè non l'ho digerita -.-
mi sembra impossibile, ora.

mercoledì 20 luglio 2011

tensione

ero tesa, avevo paura che il dottore mi avrebbe chiesto quanto pesavo davanti a mia madre, ma il peso lo ha tenuto per sè. ha detto che posso aumentare di 1 o 2kg, che se scendo sono troppo magra. ma mi trova bene. perchè, perchè pensavo a cosa avrebbe detto se mi avesse vista quando pesavo 43,5??!
perchè devo ancora essere felice di essere malata?
perchè oggi appena ho saputo che mia sorella non aveva intenzione di fare merenda mi sono guardata bene dal mangiare?
forse non sono abbastanza coraggiosa.
forse non riesco da sola.
oggi però sembrava che andasse tutto bene, a colazione mi sono imposta mezzo biscottino in più, e a pranzo stesso discorso aggiungendo mezza scatoletta di mais nell'insalata.
ma perchè non mi sento bene quando faccio queste cose? non mi sento minimamente appagata, ma neanche un minimo, mi chiedo dove finisce la parte sana del mio cervello in certi momenti...
ma è ovvio, che la malattia mi faccia questo.

adesso vi scrivo una cosa:


pasta: 1 volta
carne: 2 volte
oppure:
mettere sempre proteine nell'insalata, posso non metterle solo una volta
gelato: 1 volta (d'obbligo, come tutto il resto)

ATTIVITA FISICA
 
non più di 100 addominali al giorno (potevo sforzarmi un po' di più)
non più di 2 volte le scale al giorno
camminata: libera

ed ecco a voi, il mio piano alimentare da seguire. 
per la prima settimana questo va bene, poi si vedrà come procedere
con eventuali aumenti, e dovrò anche regolarmi per 
il mare, per non ricadere nel binge senza senso :)
adesso, riflettendo:
la pasta non l'ho ancora mangiata, mi sembra
il gelato non l'ho ancora preso
la carne? ho mangiato una volta un wurlstel nell'insalata
poi devo mangiare ancora una volta la carne
per quanto riguarda le proteine dell'insalata: io il wurlstel
non lo conto come tale, perchè io nell'insalata metto
mais-
uovo-
tonno al naturale-

 quindi ecco le mie "poche ma buone" regole, visto che qualcosa alla mia mente dovrò pur imporlo.
ah, mi viene in mente un'altra regola: non scendere sotto il 45.
e mi viene in mente anche un'altra cosa: io ho sempre fame nell'ultimo periodo, e quindi posso o ignorarla perchè voglio perdere peso, o mangiare di tutto perchè è "periodo di abbuffata".
 ma ora non è nessuno dei due. quindi mi sono imposta di smetterla di mangiare quintali di pane durante il pasto, io non li "registro" mentalmente come calorie assunte, e non va bene perchè io voglio essere convinta di quello che mangio, fino all'ultima caloria, e quindi le abbuffate devono SPARIRE. al massimo mangio qualcosa in più, o mi tengo. ma le abbuffate non devo, non devo proprio.

scusate per il post confusionale da teenager complessata :) è che ho appena finito di vedere il cigno nero, ed è stato intenso come film, diciamo che mi ha sufficentemente devastata XD ve lo consiglierei, ma non vorrei che qualcuna di voi fosse impressionabile come me, comunque è davvero molto bello, mi ha fatto tremare le gambe! ok vi saluto buonanotte <3



martedì 19 luglio 2011

se ti tremano le mani

buongiorno:) 
(anche se sono malinconica per via della pioggia)
riguardo ai vostri commenti: anche io sono più un' "anoressica mentale", perchè non peso 40 kg nè ci sono mai arrivata, ma la testa continua a dirmi sempre le stesse cose, sia che io stia mangiando un gelato o che io stia guardando da lontano un chioschetto di dolci con lo stomaco che brontola.
come all'inizio di giugno ho mangiato per alcune volte consecutive a casa dei miei nonni, e sono successe esattamente le stesse identiche cose:
- abbuffate
-senso di colpa
-vane promesse fatte a me stessa e al mondo in generale

e poi tutto ricomincia uguale il giorno dopo.
non penso che abbuffarsi a pranzo e mangiare insalata a cena sia un ottimo modo di reintrodurre i cibi, non credo proprio.
anche perchè questo sta facendo sorgere un altro problema: il peso che si stabilizza. odio sentirmi pensare che devo perdere un chiletto perchè "il 46 non mi va bene". io ho preso due chili in campeggio, e adesso peso 46kg. inutile dirlo, ma lo dico lo stesso: il mio corpo adesso non mi piace, e se io non avessi visto la mia famiglia che soffriva, se non avessi ricevuto così tanta attenzione da tutti, adesso ricomincerei subito. ma questo se gli altri se ne fregassero di me. invece mia madre è sempre lì a chiedermi se ci sto mettendo la volontà, a parlarne, mia nonna continua a volermi vedere mangiare (quindi mi ingozza) mia zia mi ha appena criticata per la mia magrezza e continuava a fissarmi ecc ecc....
a volte però vorrei essere da sola, vorrei che gli altri si prendessero una pausa, che realizzassero che non possono farmi mangiare come se nulla fosse successo, perhcè io devo ricominciare a mangiare piano piano, altrimenti il mio cervello lo etichetta come "abbuffata" e va avanti, aspettando il momento in cui la malattia tornerà ad impossessarsi di me.
ci sta riprovando, infatti: ieri sera ho litigato con mia madre, e poco prima mi ero guardata allo specchio, e avevo provato a guardarmi in faccia  per la prima volta, e non la pancia, le scapole o le vertebre. volevo vedere se riuscivo a fare un sorriso sincero, volevo vedere come sarei stata con una faccia felice, come avrei potuto apparire non appena la malattia fosse sparita.
poi, non so come, il mio cervello è riuscito a trarre tristezza sia dalla litigata con mia madre, sia dal fatto che io mi fossi guardata allo specchio. forse sarà stato perchè avevo troppi pensieri repressi. fatto sta che ho iniziato a piangere, sebbene per la prima volta cercassi davvero di trattenere le lacrime, quelle stronze uscivano dalle mie ciglia . però avevo bisogno di sfogarmi.
ed è stato in quel momento che ho pensato che la malattia avrebbe potuto tirarmi su e stare al mio fianco quando sarei stata sola, ma io non volevo. 
e continuo a dire di no ogni volta che lei cerca di adularmi in un modo o nell'altro, ma mi sta giocando dei gran brutti tiri, forse perchè ho deciso di dirle addio per sempre
e intendo farlo adesso, trovando le parole giuste e decidendo di andare avanti partendo dai miei pensieri e non da quello che mangio/non mangio.
quindi ecco la mia colonna sonora: http://www.youtube.com/watch?v=r00ikilDxW4
cominciamo....

non avere paura.... anche se ti tremano le mani, anche se la tua mente si sta scuotendo, devi trovare la calma e tirare fuori queste benedette parole. e devi farlo da sola. puoi? 
non vedo perchè dovrei continaure a stare con te, ad ascoltarti. Ana. lo sai benissimo di essere solo un frutto della mia mente malata, sai che l'unica cosa che ti tiene in vita è la mia volubilità, la mia sofferenza, la mia debolezza. ma io voglio che tutto questo finisca. ho paura, di te, ma devo affrontarti, altrimenti non se ne esce. se continuo a chiedere aiuto, se c'è sempre un angolino della mia mente che continua a combattere, perchè non dovrei ascoltarlo? 
non importa se tu mi stai facendo del male, anche più di prima, non importa se accechi la mia mente o mi togli le parole di bocca. non puoi impedirmi di dirti quello che ti devo dire, come io non posso impedirti di incazzarti a morte non appena ti avrò detto addio. ma io resisterò io sono pronta a non mollare di un centimetro, ad essere investita dalle peggio cose, ma puoi star certa che venderò cara la pelle.
non sono sola, a fare questo.
ci sono un sacco di ragazze, a cui tu stai facendo del male, che sono una delle principali ragioni per cui io cerco il coraggio di iniziare questa lotta da sola, senza psicoterapia o spiegazioni da dare alle amiche. mi bastano loro, mi basta sapere che ci sono. 
per sapere di non essere sola, perchè non penso di farcela da sola. 
ma. e ascolta bene, cara, perchè questo è un "ma" grosso come una casa: io non voglio più stare con te, o meglio, sotto di te.
non voglio più soffrire, essere presa in giro, essere considerata una pazza, pensare che non guarirò mai dai disturbi alimentari. non voglio che la mia vita sia continuamente come gli ultimi mesi che ho passato con te. voglio vivere senza di te, e sono pronta a ricominciare.
quindi anche se non ci saranno i migliori amici a capirmi e ad incoraggiarmi, anche se penso che tutti quelli che conosco non capiranno mai quanto sarà stata grande la fatica che ho fatto, io ti dico addio. per sempre e a mai più rivederci.
perchè so che esistono delle persone che tutte queste lacrime le capiranno, che ascolteranno i miei deliri, che sanno che un semplice piatto di pasta in più può rappresentare un passo verso una rinascita. ci sono delle presone fantastiche, e io voglio portartele via, cara mia. perchè ho proprio intenzione di vivere felice, e col cuore in pace. e perchè non voglio sentire parlare di te, mai più.
quindi, stronza di merda, ti saluto. non penso proprio che ti divertirai più così tanto con me, tu che dici?
 


Le cicatrici del tuo amore mi ricordano di noi
E mi fanno pensare che abbiamo avuto quasi tutto
Le cicatrici del tuo amore mi lasciano senza respiro
non riesco a non sentire che potevamo avere tutto
rotolando nel profondo
Avevi il mio cuore dentro la tua mano
e hai giocato con il suo battito

Adele - Rolling in the deep

lunedì 18 luglio 2011

ricominciare è difficile

buongiorno a tutte :)
inizio dicendo che se c'è una cosa che ho imparato leggendo i vostri blog è che la malattia in qualche modo, in un momento della nostra vita ci aiuta, ci tira su o almeno ce lo fa credere. ma io sto parlando dell'inizio, poi iniziano le bugie raccontate a noi stesse, i sorrisi quando la bilancia ci ricompensa delle diete, delle debolezze sempre più forti e delle litigate con i nostri.
ho capito che c'è gente che lo fa per distrarsi, come erika o altre, che cerca di soffocare magari qualcosa di più grande, finendo però col distruggersi lo stesso.
c'è gente, come me, che vive in una grande confusione, che dopo aver ascoltato le regole di qualcun altro guardandosi indietro non sa spiegare perchè l'ha fatto. 
io personalmente non so perchè l'ho fatto, o forse i perchè non mi convincono e basta, non so più dire se la felicità che provavo quando perdevo peso fosse una cosa buona o cattiva, perchè mi rendeva felice ma era una cosa terribile, ma mi piace ancora.
oggi stavo provando a reintrodurre facendo sul serio, ho mangiato di piu di quanto avrei voluto a colazione, ma a pranzo c'è stata la nonna, quindi tutto a puttane.
vi capita mai di cercare la sofferenza dentro di voi pur sapendo bene che non ce n'è, sapendo che non state abbastanza male per mettervi a piangere e sfogarvi? a me capita molto spesso, ancora adesso mi chiedo se io non abbia forse smesso di mangiare solo per il gusto di ammalarmi
adesso come adesso io so di soffrire ancora di disturbi alimentari, basta mettersi ad ascoltare i miei pensieri, le mie sensazioni, è tutto come da manuale, i segnali ci sono tutti. anche se adesso mangio voglio comunque perdere peso e penso costantemente al cibo, magari meno intensamente rispetto ad una settimana fa, ma non sono guarita. 
ma la cosa che mi fa star male non è tanto il fatto di sapere di soffrire ancora di disturbi alimentari, è che non posso mangaire come voglio io, perchè se continuo ad abbuffarmi poi ricomincerà tutto, io devo andare piano, ma non posso farlo perchè rischio di spaventare di nuovo tutti e poi non credo di avere abbastanza autocontrollo per farcela. e ancora una volta mi sento esagerata a definirmi malata. ma allora, io chiedo a me stessa, sei non sei malata, che cosa sei? stai forse bene? perchè non credo proprio.

domenica 17 luglio 2011

volerlo

SUFFERWELL: IL punto è: se al momento non trovo alternativa migliore, priorità che possano anche solo farmi pensare di tentare altro, se intorno a me vedo solo desolazione... allora rimango dove sono.
So che può sembrare senza senso, ma per me c'è, forte e chiaro.
Per adesso è così, pur conoscendo pro e contro... ma spero di poterti dire in futuro cose diverse, spero ardentemente di vere altre priorità.
Nel frattempo, ti auguro di cuore in bocca al lupo


io lo vedo il senso in queste parole. io stessa ho cercato per giorni un qualche segnale che mi facesse capire che quello che stavo facendo era troppo, che dovevo smetterla per davvero. ma mi sono resa conto, fin dal primo momento, che non avrei mai potuto pensare niente del genere, perchè in una mente offuscata dalla malattia questi pensieri sono pressochè impossibili. se io sto ad aspettare che il mio cervello mi dica di fermarmi, allora aspetterò in eterno e non mi fermerò mai, perchè pensa, quante probabilità ci sono che la malattia stessa ti dica che stai esagerando? quali probabilità ci sono che il tuo cervello trovi qualsiasi altra cosa più interessante della malattia in questo momento? tu lo speri, perchè non sei morta del tutto, e non lo sarai mai, non riuscirà mai a prenderci del tutto, altrimenti ci lasceremo morire subito, altrimenti non esisterebbero gli istinti di sopravvivenza. no, non ci prende del tutto ma lo fa fino al limite, quanto basta, ed è per questo che tu pur sapendo di non voler morire non riesci ad uscirne. non voglio più sentire l'ultima frase, mai più, perchè è davvero troppo facile così. io ci credo che tu me lo auguri con il cuore, io ci credo che non lo fai apposta a dirmi di guarire e a dirmi che per adesso stai come sei, lo so che non puoi guarire dalla sera alla mattina, e lo so che non puoi metterti immediatamente in testa la voglia di farlo, è quasi impossibile, ma non vedo perchè dovresti continuare ad aspettare quando sai meglio di me che in questo modo non ci sono vie d'uscita. voglio solo una risposta, perchè vuoi rimanere a crogiolarti nella malattia fino a tempo indeterminato? io avevo deciso di farlo, perchè mi piaceva sapere che stavo soffrendo, che c'era gente che viveva come me, che ero importante o comunque diversa da molte altre ragazze perchè ero malata, triste eccetera.....ma non me la sento di ricominciare, perchè farei del male a tutti, i loro commenti farebbero di nuovo male a me, e anche perchè è difficile uscirne e rendersi conto che si vuole vivere davvero.
non so ancora bene se le cose che dico le sento davvero oppure sono solo deboli convinzioni momentanee, perchè ho troppo casino in testa, ma so che voglio riuscire a sopravvivere e a vedervi sorridere.
secondo voi, come sarebbe stata la vostra vita senza la malattia, le cose passate, le praole che avreste potuto dire, le cose che avreste potuto fare e che magari sarebbero andate diversamente? è solo curiosità la mia, senza domande retoriche o ironia.

se non volete rispondere per motivi personali siete libere di farlo, voglio solo confrontare le mie opinioni con le vostre e sapere magari qualcosa in più su di voi e su me stessa, per riordinare il casino che ho in testa e magari farvi pensare.


 mi piacerebbe.....
non avere un futuro
essere immersa nell'oscurità più totale ed esserne cullata
abbandonarmi completamente alla sofferenza
vedendola sorridere
accettare la sua superiorità
ed odiarmi
potermi odiare senza nessuno che vuole salvarmi


 ma io non sono così
io sono qui,
e romperò le scatole il più possibile,
con la mia presenza scomoda
la sofferenza che ho portato
la mia inutilità nel mondo
ci sono comunque 
anche se a volte non vorrei, non ci casco mai

ci sarà un motivo se non mi sono ancora ammazzata?
ho capito da subito l'importanza della vita, del fatto di esssere vivi
e non la lascio
e non la vivo soffrendo

è troppo facile e doloroso continuare a cercare la perfezione, e io voglio iniziare a vivere, ma prima voglio volerlo
prima di mangiare, devo voler mangiare
prima di lasciare ana, devo essere utile a qualcuno

sabato 16 luglio 2011

erieccomi!!!

buongiorno=) sono appena tornata da un viaggio in macchina di 7 ore e mezza dal trentino al piemonte con una sosta per un paninino e poi subito ripartire stipati nella macchina troppo piccola (per cui circondati da sacchi a pelo e balle varie per tutte e 7 le ore, una vera goduria) comunque ho davvero adorato il campeggio, ci ero andata altre due volte e ora mi sono ricordata il perchè: ha ben 4 stelle, al mattino c'è una vista che ti fa tirare un sospiro di sollievo (c'è abbastanza spazio per quanto riguarda i miei canoni di panorama, quindi perfetto) e poi ho mangiato, ma quello è normale perchè ero in vacanza, ora dovremo vedere se qui ricomincio ad abbuffarmi finchè non arrivo a 48 per poi scendere o se riesco a aggiungere di nuovo gli alimenti fondamentali ma senza abbuffarmi come un maialino.
comunque sono partita che pesavo quasi 43kg. e ora peso 46, e sto pensando che dovrei comunque pesare più che 44, quindi sono sulla buona strada.
ma io non voglio limitarmi a scrivere che-sono-tanto-felice, vorrei che questi miei post non fossero utili solo a me, ma che fossero un qualcosa che possa aiutarvi anche solo parzialmente, a volte basta una piccola spinta e la volontà viene fuori da sè. vorrei che provaste a fare quest'esperienza con me, perchè può sembrare una sorta di richiesta egoistica e/o egocentrica di una ragazzina che pensa di essere praticamente guarita, ma in realtà io non sarei felice a lasciarvi dicendo che sto bene, per poi continuare a rileggervi e vedere che voi state male. ho capito che tengo alla vostra guarigione e al vostro benessere quanto tengo alla mia guarigione, e quindi vorrei scrivere i miei progressi in tempo reale e nel modo più dettagliato possibile per fare tutto il possibile per aiutarvi.
andrò dal dottore, ho paura (non so di cosa) ma ci andrò, mi imporrò delle cose, sorriderò sempre per far felice mia madre e se dovrò proprio piangere, lo farò in silenzio. però non voglio mollare, anche se, come dice mia madre, ho solo 15 anni, sono piccola e non so se ce la posso fare da sola e rendermi conto da sola di quando ana mi richiama a sè, io non voglio regalarle gli anni migliori della mia vita, perchè ho capito quanto è brutto dover andare in piscina sotto lo sguardo triste di tuo padre, vedere un corpo che non ti piace, non avere più le forme, navigare dentro la taglia 38, ho visto che Ana pur di non farti uscire dai disturbi alimentari è disposta a farti abbuffare solo per poi farti sentire in colpa, e a me le stronze non sono mai piaciute. la vita è troppo breve, e penso di doverla vivere con un sorriso sulle labbra, la mente sgombra e possibilmente facendo qualcosa che mi diverta. perchè la vita è mia, ne ho una sola e anche se a volte penso a buttarmi sotto ad un tram o a tagliarmi con una lametta giusto per avere un taglio, uno, mi fermo perchè so che non devo, non voglio e perchè ho visto un video che mi ha molto aiutata, guardatelo perchè è l'unica ragione che mi impedisce di farmi del male.

http://www.youtube.com/watch?v=DobIqerLn9o

ragazze, mi sento male a chiedervelo, ma fate uno sforzo e provate almeno anche solo a pensare a 5 motivi per cui vorreste/dovreste uscirne. questi sono i miei:

- LA VITA E TROPPO BREVE PER ROVINARSELA COSI
- ANA E UNA STRONZA MALEFICA
- IL MIO CORPO NON E BELLO COSI
- E UN CIRCOLO CONTINUO, TI PRENDE IN GIRO

me ne manca ancora uno, magari ne aggiungerò o li cambierò. ma pensate, siete giovani, belle e vivete in una società ricca, non vi manca nulla a parte la felicità. usate tutte le forze che vi rimangono, perchè anche se non lo sapete, non abbiamo piu nulla da perdere, a parte l'ultima felicità che ci rimane, la gioia di crogiolarsi nella malattia, di non impegnarsi e continuare ad andare avanti, chiudendo gli occhi e tappandosi le orecchie quando i tuoi cari piangono e ti sgridano. voglio essere forte, essere un esempio per qualcuno in futuro ed uscirne. lo faccio anche perchè è la cosa più difficile da fare, e adoro le sfide, specie quando mi si dice che non ce la farò. vi voglio con me, non  me ne vado senza di voi, mi avete aiutata molto, mi avete dato tantissimo e farò tutto il possibile per ricambiare, vi voglio bene, davvero.

venerdì 8 luglio 2011

aiuto...

è quello che sono riuscita a chiedere a mia madre: aiuto.
vi posto il D.A. e il peso, e poi vi spiego tutto

col: 2 albicocche + 2 prugnette
pra: un tonno al naturale con limone (50kcal) + una prugnetta
spu: coca light
cen: insalata di insalata, pomodori, carote e pochi fagioli + 2 albicocche e una pesca

stamattina pesavo 43.4 =)
spero davvero di avere il 44 per domani, sono così ansiosa!!

comunque per una settimana non avrò il computer, quindi non potrò scrivere, ma ho deciso oggi che voglio e devo guarire.
è difficile aggirarsi tra il mondo pro-ana ed esserne convinta, ma io voglio e devo farlo, ormai ne ho parlato con mia madre, e so che non posso continuare a prendermi in giro in eterno.

quindi magari da quando ricomincerò a postare vi racconterò della mia guarigione in corso, chi lo sa? <3*
comunque mi mancherà scrivere sul blog, e anche voi, che siete così carine :)
buone vacanze a tutte, chi vivrà vedrà XD

baciii (sniff) vi ADORO! auguratemi buona fortuna! <3 *

giovedì 7 luglio 2011

cognizione

sto perdendo la cognizione del tempo, pensavo di non aver scritto ieri sera, invece è solo l'altro ieri che siamo andati al cinese...mi sembra strano...
domani si prospetta una giornata assurdamente dura: mia madre sta già dicendo che a breve mio padre crollerà, vuole impedirmi di mangiare solo frutta a colazione, ma io non mollerò, non l'ultimo giorno e non dopo cosi tanti sacrifici, e poi domani ho anche mio padre a casa che mi vedrà mangiare.....
comunque dopo il D.A. vi racconto

D.A.
col: yogurt alla fragola (93kcal.)
[30 addominali]
pra: tonno al naturale (50 kcal.), 2 pomodorini sconditi (che potevo evitare), una pesca
[100 addominali]
spu: coca light(1 kcal.)

quindi per adesso siamo alla bellezza di 144kcal. se non erro.... non so dire se sia bene o male, visto che non le contavo mai gli altri giorni per cui...
per stasera è previsto prosciutto e melone e falafel, io i falafel non li tocco, in compenso mi mangio 2 fette di melone e penso 3 di prosciutto perchè sono proprio piccole, 10g. l'una.
quindi se non sgarro stasera (senza contare frutta e verdura) mangio 30g. circa di prosciutto crudo, spero che basti per avere di nuovo il 44 ben definito che avevo stamattina, nonostante ieri sera avessi mangiato le polpette e l'insalata (che a cena non mangio mai)

è molto importante il peso di domani, e lo è ancora di più il D.A. di domani, perchè se il 9 non peso 44 posso anche spararmi dopo tutta la fatica che ho fatto!

ora vi racconto un paio di cose, iniziando dal perchè mia sorella è un PERICOLO: poco fa sono andata in cucina a controllare quanto fossero grandi le fette di prosciutto, e mia sorella ha sentito che aprivo il frigo e scartavo qualcosa, per cui è entrata e con voce divertita della serie ti-ho-beccata-stronza-e-ti-prenderò-in-giro-fino-alla-morte-per-questo mi ha chiesto <chi sta mangiandoo??>
ma ci è rimasta male muahahah XD
comunque, con una tipa così in giro per casa che mi dice che "faccio impressione" e "sembro davvero un mostro, specie con quei pantaloncini" per cui "erano meglio i pantaloni lunghi, sai?" non penso di durare ancora molto, anche perchè per quanto la ignori fa sempre male, anche se lo nego pure con me stessa.
ora, mettiamo che io sia in fase di guarigione, e che io sia ancora mooolto sensibile sulla questione cibo, andiamo a mangiare fuori e io ordino la pasta. ora, se lei dicesse frasi del tipo <una settimana fa se ti avessi fatto mangiare la pasta ti sarebbe venuto un ictus> io potrei seriamente riconsiderare l'anoressia, oppure potrei trovare altri modi altrettanto costruttivi per distruggere la mia esistenza e quella di ogni flebile rapporto con i miei cari.
ecco perchè mi sta sul culo!!
anche se non dovrei ascoltarla, cavolo! io sono volubile, ecchecazzo!!

mio padre, invece, pensa alla mia situazione tutto il giorno
mia madre mi dice che in realtà io NON SONO UNA PERSONA MALATA, MA LA MIA MALATTIA E PURAMENTE INVENTATA DA ME, E IO HO LA FACOLTA DI FARE QUELLO CHE VOGLIO E DI FARLA FINIRE A MIO PIACIMENTO, non solo, ma devo anche AUMENTARE DI MEZZO CHILO E FARE DEI PASSI AVANTI OGNI GIORNO, E NON ANDARE COSI LENTAMENTE (!!!!)

non lo sottolineo settecento volte solo perchè non posso.
ma è talmente presuntuosa!! pensa di sapere COSA fare, COME ,farlo e soprattutto pensa di essere LEI quella che non sbaglia NULLA quando dice queste cose!

mia madre mi ha detto che rovinerò la giornata a tutti dal principio, domani. ma non mi interessa.
mio padre impazzirà quando metterò poche proteine nell'insalata, domani. ma non mi interessa.
mia sorella continuerà a sfottermi quando vedrà che domani non cambierò. ma non mi interessa
litigherò con la mia famiglia per il mio D.A. domani. ma non mi interessa.
sarò stanca e depressa e senza forze già da domani mattina. ma non mi interessa.

non mi interessa più, perchè DOMANI sarà l'ultimo giorno, e io devo essere *perfetta*

così me la meriterò quella cazzo di colazione all'Autogrill

domani. ce la farò
baci stelline!

mercoledì 6 luglio 2011

ieri sera...

... ieri sera non ho mollato, ho mangiato tre quarti di sogliola al vapore e stamattina ero ancora 44 kg.

col: pesca
pra: insalata= (pomodori, 40g. di fagioli [poco piu di 50 kcal] , carote e 3 foglie di insalata)
100 addominali

stasera mangio 4 o 5 polpette e una pesca, e adesso esco a fare due passi con una mia amica che non vedo da un sacco =)
però tutti questi giorni di dieta mi fanno sentire sempre piu debole, ho continui giramenti di testa, non riesco a concentrarmi, sono arrabbiata e voglio sempre mollare, ma non lo faccio, non adesso che mancano tre giorni!
poi? poi spero di riuscire a guarire, quanto basta per mangiare secondo queste regole:

spuntino a metà mattina una volta ogni due settimane
una volta alla settimana pasta integrale
due volte alla settimana carne
non evitare lo yogurt a colazione per piu di due/tre giorni di seguito
mangiare tanta frutta e verdura
andare a correre almeno una volta alla settimana
fare kung fu, acrobatica e hip hop

sarebbe uno stile di vita sano e abbastanza incastrato con la scuola, per via degli spuntini, dell'energia che serve per studiare e del tempo che avrei per andare a fare sport. solo che prima di continuare a pensare a come potrei vivere devo pensare a come sopravvivere a questi ultimi tre giorni, che non sono facili, ma li supererò perchè non ho fatto tanta fatica per nulla. e mi godrò il campeggio in pieno. o almeno spero di riuscirci, perchè non so come è la situazione con la malattia adesso come adesso...
tornata dal campeggio andrò dal dottore, che probabilmente - a detta di mia madre- mi peserà per vedere come si può guarire, ma io ho paura ragazze, ho paura di uscirne!

update: ho ancora voglia di scrivere, ho bisogno di sfogarmi. lo so, lo so che mancano solo tre giorni, ma la situazione è maledettamente dura, mi sembra di ferire i miei se ascolto me stessa, ferire ana e tralasciare i miei obiettivi se solo penso di mangiare di più. non mangio tanta frutta per paura degli zuccheri, non mangio più tanta verdura da quando ho scoperto che anche la verdura ha le sue calorie, se su un prodotto non ci sono le tabelle nutrizionali non lo tocco neanche, mi peso varie volte al giorno per vedere che cosa fa il mio peso, come posso fare per arrivare a cena con tot. chili, se domani mi sveglio avrò perso peso oppure no? posso mangiare questo o devo ascoltare ana, l'istinto? devo andarmene da blogspot per non essere più coinvolta in questa cosa o non devo neanche pensare di vivere senza di lei? ho paura, perchè quando ero tornata ai 48 ho rivisto la vecchia Me Che Non Si Piaceva, e adesso le mie gambe mi piacciono, anche se non le vedo perfette se solo potessero rimanere così anche se io mangiassi normalmente sarebbe magnifico, ma perchè il cibo fa ingrassare?? sto sacrificando un sacco di cose solo per mangiare in campeggio, ma mi sentirò in colpa e dopo non appena tornata al computer inizierò di nuovo la dieta? o forse non prenderò poi tanto peso o non ne prenderò affatto (praticamente impossibile) e potrò mangiare leggero ma sano? potrò vivere senza l'angoscia della linea? posso iniziare a postare raccontando le fasi della mia guarigione? posso continuare a postare cercando di continuo il bandolo di questo groviglio maledetto che formano i miei pensieri da giorni? posso continuare a fare del male? o no? sono egoista, ma se non volessi guarire? se avessi paura di qualcosa di non ancora ben identificato?


domande, domande, domande, ma perchè non posso vivere?!

martedì 5 luglio 2011

fame

ho fame, davvero.

col: pesca
[ 20 minuti di bici]
pra: panino piccolo pomodoro e mozzarella
[5 km a piedi, 100 addominali, 2 volte 4 piani di scale]

adesso mi bevo un po' di coca light per togliermi la fame e non mollare stasera quando andremo a mangiare cinese...io prevedo un'orata al vapore e basta.
oggi, oltre alla coca ho comprato anche il tonno al naturale, che scolato ha solo 50 kcal! e in più i miei sarebbero contenti se io mangiassi proteine ^.^
ho bisogno di un abbraccio? si, disperatamente, un abbraccio vero di chi ti capisce e ti ama e ti accetta per il disastro che sei.
ho bisogno di attenzione. assolutamente. si. ma gli altri non meritano questo.
ancora tre giorni ed è finita, non mollerò stasera!
PS sto stabilizzando i 44, li avevo anche stamattina e adesso mi peso, e domani spero di riuscire a mantenerli...fingers crossed!!

lunedì 4 luglio 2011

cRy...

 papà- guarda che io fino ad adesso sono stato bravo! se mi metto ad urlare io lo senti eh!! guarda che adesso  perdi anche il papà!

pianto per un cucchiaio di mais di troppo aggiunto all'insalata, per le frasi e le litigate, per il troppo dolore accumulato, crollo. il mio eyeliner va a farsi fottere e la mia faccia diventa una maschera oscena

mamma- mamma mia! (......)  guarda che sei tu padrona dei tuoi pensieri, non c'è nessuno dentro alla tua testa che ti dice cosa devi fare! chi è padrone della tua mente? solo tu, vero?!
guarda che se andiamo avanti così tu arrivi a 45 kg, e io ti devo portare all'ospedale!!!
perchè sono felice quando mi dice questo? perché sono felice di essere troppo?


 si mamma...non c'è nessuno e io sono completamente padrona dei miei pensieri, non c'è niente e nessuno a darmi ordini dentro alla mia testa., io faccio quello che voglio.  e non ti racconterò mai di Ana.


oggi ho toccato i 44kg. ho anche mangiato da mia nonna.... quindi ecco il DA totale:

col: yogurt
pra: 4 pezzetti di spezzatino di tacchino + una fettina di prosciutto crudo + un cucchiaio di piselli + pochi fagiolini + mezzo grissino + sorbetto al limone
spu: coca light
cen: insalata = insalata, pomodori, carote e mais + pesca

[100 addominali + 30 min. di cyclette + passeggiata veloce + riscaldamento per ginnastica artistica]
voglio i 44 anche domani, voglio solo mantenerli, non voglio cedere ora!


PS chiedo scusa per il post contorto del giorno prima :) e poi. mia sorella non ha un dca, solo non vorrei che iniziasse a stare a dieta solo per emularmi, tutto qui

domenica 3 luglio 2011

CASINO!!

perché diavolo parlare con mia madre è così complicato?! mi fa sentire dannatamente in colpa il fatto che si stia impegnando AL MASSIMO per guarirmi, che non si metta il cuore in pace neanche per un attimo...
comunque, iniziamo con le solite cose prima di spiegare:

col: yogurt
pra: insalata greca con poca feta, ma non ricordo quanta, dannazione!

ieri sera alla fine ho mangiato 4 cetriolini sottaceto piccoli e 2 fette di prosciutto (un angolo minuscolo di mozzarella e uno altrettanto piccolo di pane) e anguria.

ho camminato per 4,5 km. e ho fatto 100 addominali, e il mio peso stamattina era circa 44,9. non so con esattezza come giudicare i grammi, visto che ho la bilancia con l'ago, ma sono felice di essere scesa sotto i 45, e di averli a questo punto stabilizzati=)
certo non ho ancora raggiunto il mio obiettivo, praticamente devo ancora perdere un chilo, ma oggi mi sono chiesta: quando mi vedranno mangiare in campeggio (se ci riuscirò) non penseranno cose del tipo "speriamo che sia la volta buona"? no perchè io adesso sto solo l o n t a n a m e n t e considerando l'ipotesi di una eventuale guarigione, quindi non penso che al ritorno dal campeggio manterrò il peso preso, ma c'è il lato positivo che lì camminerò un sacco, quindi se ingrasserò non dovrò affrontare vistose perdite di peso. rimane comunque il fatto che non riesco a farmi bastare il 45, dopo un paio di giorni io DEVO scendere ancora,quindi non so se farò come all'inizio, che consideravo di tornare a 46, non so se riuscirò ad arrivare anche solo ai 45 con l'anima in pace!! questo è uno dei momenti in cui penso "è troppo!"

oggi in macchina i miei hanno iniziato a parlare di cibo, di menti libere, del fatto che nessuno mi puo imprigionare, che non mi devo sentire in colpa perchè non ho nessuna colpa, non ho fatto nulla...tremendo per non ascoltarli ho messo l'MP3 a palla.
il fatto è che loro non sanno CHE COSA ci sia realmente nella nostra mente, non sanno cosa ci dice il cervello, non sanno il male che mi fanno, non lo sanno davvero.

io ho paura di stare considerando questa settimana delle abbuffate come ogni altro momento in cui penso a - come sarebbe bello mangiare Questo piuttosto che Quello- forse non me la godrò, forse non riuscirò a reggere, forse non ce la farò e crollerò o lì o appena tornata.
spero di "riuscire a sopravvivere", come avevo scritto all'inizio tra gli obiettivi.
un bacio e spero che voi riusciate a sopravvivere MEGLIO di me





aggiornamento: mia sorella è a dieta, quella cretina!! è passata dai 45 ai 42, io proprio non ci credo.... perchè ditemi, perchè diavolo mi deve emulare?! cazzo, e adesso non voglio smettere solo perchè sono costretta altrimenti pure lei si ammazza...poi oggi lei mi ha detto che nessuno se ne accorge se lei perde peso, allora io ho detto a mia madre di chiederle se era dimagrita, e lei? lei mi fa: <non coinvolgere anche lei, lasciala in pace con questi discorsi sul cibo!> ma vi rendete conto! io passo per la stronza anoressica che non vuole morire da sola, mentre cerco solo di salvare la vita a mia sorella, e non l'ho detto a mia madre perchè penso che si potrebbe sparare se lo sapesse....poi per fortuna oggi mia sorella ha preso un gelato, ma mia mamma, come al solito, le fa: <gia finito?! mangi veloce!> e se io le dico che deve stare attenta a cio che dice CI SARA UN CAZZO DI MOTIVO! per lei è una frase normalissima e gli adolescenti quando fanno cosi sono noiosi....ora immaginate che razza di tortura deve essere per me sapere che a una persona cosi non posso spiegare tutto quello che mi chiede....pretende che io torni a mangiare così, in uno schiocco di dita! ma comunque non cambia nulla, tra poco li farò di nuovo incazzare, perchè si mangia, e domani mia sorella farà le polpette per cena, quindi a pranzo mangerò solo verdura, pensavo ale melanzane grigliate.... vabè buonanotte e baci! <3

sabato 2 luglio 2011

il mio lusso di morire...

hey, scusate se ieri non ci sono stata, ma sono giorni più confusionali che altro: mia madre ha pianto davanti a me, mio padre mi sta dimostrando che non regge e neanche mia sorella, che si limita a fare battutine stronze.. vi posto il DA di ieri:

col: yogurt
pra: toast
cen: pesce al forno + pesca

[100 addominali + 2/3 km. a piedi]

e stamattina non ero 45 kg, come l'altro giorno, ma più abbondante di qualche grammo..... invece oggi:

col: banana
pra: insalata + frutti

la situazione è questa: io voglio i 44, li voglio davvero, voglio continuare a mangiare come voglio io e senza essere subito attaccata da gente che urla, mi guarda male o si dispera, voglio ancora un chilo e poi il campeggio, e poi magari si vedrà!! certo, mi fa ancora paura l'idea di guarire, ma non è di questo che sto parlando ORA: adesso io vorrei solo esser lasciata in pace fino al 9 luglio, ma non posso chiederlo a mia madre, perché se le dico che poi ricomincio a mangiare non so se lo farò, e questo tipo di promesse glie le ho già fatte, e non voglio tradirla di nuovo, quindi voglio guadagnarmelo da sola il mio diritto a digiunare.
e poi voglio godermi il campeggio, ma non come un periodo di abbuffate, ma come un periodo in cui mangio gradualmente e ritorno alle cose buone che adesso non voglio neanche vedere!

essere lasciata in pace è un lusso, il pasto è ormai una guerra, uno stress continuo, sommato al solito stress nella mia mente, che non fa che ripetersi :< ana, ana, ana, ana, ana, ana...> e mia madre se ne accorge e SOFFRE, ma soffro anche io, perchè assorbo anche la sua di sofferenza, e lei assorbe la mia, e come con mio cugino, che è stato anoressico alla mia età, la famiglia va a rotoli: mia zia e mio zio sono separati, e ora mio cugino è un po' sovrappeso.
non ne ho mai parlato, nè con lui nè con un'altra ragazza che io conosco che ci è passata quando io la conoscevo già, ma ero troppo piccola e lontana da adesso per capirla o parlarci.
vorrei poter essere in una specie di cubo di vetro, dove posso mangiare tranquillamente fino si 44 solo quello che voglio, senza nessuno stress, fino a che non avrò il mio obiettivo, senza il quale non avrò pace.
prima li ho, meglio è, meno peso vorrò ancora perdere.
a volte penso che è troppo, ma non mi devo arrendere...se dovrò fingere di sorridere, consolare i miei mentendo a me stessa, soffrire la fame e dio solo sa cos'altro e ricominciare a piangere non appena mia madre spegne la luce, allora per una settimana LO FARO! perché è importante per me concludere in qualche modo con questo mio "ultimo obiettivo", anche se ho ancora paura a parlare di ultimo.